Home Page » transcriptions » previdi_emilio

The information below has been extracted from the original Italian article contained in the 1939 Edition of the "Guida Generale Degli Italiani In Gran Bretagna". An English translation has been provided below the transcription. Please inform the Webmaster of any translation errors.

PREVIDI, EMILIO

Dalla natia Gropparello in Provincia di Piacenza Emilio Previdi venne appena quattordicenne a Londra e qui incominciò la sua vita di duro e costante lavoro. Quale sia stato il coraggio del giovanetto nell'intraprendere la sua vita, quale lo spirito di adattamento dimostrato e quali i sacrifici e le rinuncie impostesi è facile immaginare.

Un fanciullo si sente per istinto portato a correre per i prati a vivere nello sport ad essere sopratutto libero, invece il Previdi comprese che tutto ciò era lusso per lui e si diede a lavorare. Fisso lo sguardo ad una meta più alta ed a una migliore posizione sociale risparmiò quanto più potè nei 10 anni di servizio come lavoratore di mensa e cosi nel 1919, cessata la guerra alla quale partecipò per tutta la sua durata aprì a Londra un piccolo caffè che tenne fino al 1925. Aveva 27 anni quando decise di chiudere il piccolo locale: si sentiva abbastanza forte economicamente e sopratutto spiritualmente per tentare una nuova forma di commercio che gli permettesse di spaziare su un più vasto orizzonte e rimunerasse più lautamente le sue fatiche. A tal uopo fece un viaggio in Italia per studiare le diverse possibilità e convenienze e di ritorno a Londra aprì in Howland Street una ditta specializzata nella vendita di latte, latticini, creme, salumi e prosciutto cotto ed altri prodotti del genere. Le sue lunghe fatiche, la sua tenacia e la sua onestà hanno riscosso il giusto guiderdone e oggi Emilio Previdi può andare ben fiero della sua ditta e può ben benedire i sacrifici sopportati nel duro noviziato. Col suo tatto di accorto ma onesto uomo di affari egli ha accreditato la sua azienda fornendo ottimi prodotti ad una scelta e numerosa clientela tra cui può annoverare i migliori ristoranti della Metropoli. Nella colonia degli Italiani emigrati a Londra il Previdi gode di una immensa stima in quanto è di una squisita cortesia e affabilità e porge senza lesinare tutto ciò che può - Il suo nome figura degnamente tra gli iscritti delle varie associazioni italiane di Londra tra cui l'associazione 'Combattenti' ed è membro del Comitato 'Fondo Auguri prò Ospedale Italiano'.

Translation

Born in Gropparello in the Province of Piacenza, Emilio Previdi was just fourteen when he came to London and began his life of hard and constant work. Such was the courage of the young man taking charge of his own life, in which he demonstrated the spirit of adaptation and what sacrifices and rejections he faced are easy to imagine.

A child instinctly feels that he should be running through meadows (lawns) to live for sport and above all to be free, instead Previdi realized that everything would be a luxury for him and began to work. He fixed his gaze at a higher goal and a better social position he saved whatever he could in 10 years of service as a canteen worker and so in 1919, at the end of the war in which he participated throughout its duration, he opened in London a small cafe that he held until 1925. He was 27 years old when he decided to close the small business; he felt economically and above all spiritually strong enough to try a new form of trade that would allow him to range on a broader horizon and reward more handsomely his labors. To this aim he made a trip to Italy to study the various possibilities and advantages and on his return to London he opened in Howland Street a company specializing in the sale of milk, dairy products, cream, salami and ham and other products like that. His long labors, his tenacity and his honesty have earned the just reward and today Emilio Previdi can go well proud of his company and may well bless the sacrifices borne in hard apprentiship. With his feel as a shrewd but honest businessman he has credited his company by providing excellent products to a select and numerous clientele and including the best restaurants in the metropolis. In the colony of Italian emigrants in London Previdi enjoys an immense respect as he is of an exquisite courtesy and friendliness and hands out without stingness all that he can - his name figures highly among the members of the various Italian associations in London including the Association "Combattenti" and he is a member of the "Wish Fund for the Italian Hospital" Committee.