Anglo-Italian
Family History Society

Home Page » transcriptions » dereya_antonio

AIFHS logo

The information below has been extracted from the original Italian article contained in the 1939 Edition of the "Guida Generale Degli Italiani In Gran Bretagna". An English translation has been provided below the transcription. Please inform the Webmaster of any translation errors.

DE REYA, AVV. ANTONIO

L'Avvocato Antonio Francesco de Reya Castelletto nacque a Trieste il 18 Marzo 1895. La sua famiglia è originaria del Friuli dove, tra le altre proprietà, possedeva anche quella chiamata "Castelletto", nome questo che da Carlo VI venne aggiunto al cognome de Reya conferendone così il titolo nobiliare.

Il de Reya, dopo aver compiuto i suoi studii primari a Trieste, si trasferì nel 1913 in Inghilterra dove frequentò i corsi di legge presso l'Università di Oxford. Laureatosi, fu ammesso al'lnner Temple, dove superò gli esami di Barrister il 26 Gennaio 1922 venendo ammesso al Bar inglese. Dal 1922 in poi il de Reya esercitò la professione legale quale Counsel nell'Alta Corte di Giustizia, nella Corte d'Appello e nella House of Lords.

Nel 1926 si iscrisse alla Law Society per il conseguimento del grado di "Solicitor", che fu a lui conferito l'anno susseguente e venne così ammesso ad esercitare la professione di Solicitor presso l'Alta Corte di Giustizia. In quello stesso anno il de Reya fu invitato a fare parte quale socio di una delle più antiche ditte legali della City di Londra.

Il de Reya tratta in speciale modo materie di diritto commerciale con particolare riguardo alla formazione ed assistenza di Società e di questioni assicurative. Di tale specializzazione egli si è servito per assistere legalmente compagnie italiane, rappresentando gli armatori italiani nei frequenti giudizii arbitrali in Londra provocati da salvataggi e clausole di arbitraggio.

Il de Reya ha ben volentieri, ogni qualvolta sè ne è presentata l'occasione, assistito cittadini ed associazioni italiane che avevano necessità del suo consiglio e della sua assistenza. Egli è consigliere della Camera di Commercio Italiana di Londra e rappresenta anche, quale consigliere, gli interessi italiani nella "Society of Friends of Foreigners in Distress". È stato consigliere della Società Italiana d'Assistenza. Si deve anche all'iniziativa del de Reya se, auspice l'allora segretario del Fascio Carlo Camagna, un ufficio legale di assistenza gratuita agli Italiani fu istituito presso il Fascio di Londra e fu il de Reya che fin dal primo giorno della sua fondazione si prestò gratuitamente alla direzione di tale ufficio, che ha incontrato molto successo specie nella categoria più povera della nostra Colonia.

Il de Reya ha prestato sempre prontamente e senza lesinare nè tempo nè lavoro la sua assistenza e competenza per la soluzione di tutti i gravi problemi concernenti l'acquisto della nuova casa Littoria in Londra. Egli ha curato la redazione e la stipulazione del contratto di acquisto. Questa sua opera di italianità col difendere e sviluppare gli interessi dei connazionali, sincolarmente considerati ed anche nell' insieme delle loro associazioni, ha reso il DE REYA uno dei benemeriti della comunità, ed è con vivo piacere che menzioniamo il suo nome in questa "GUIDA" additandolo a tutti i nostri connazionali.

Translation

The lawyer Antonio Francesco de Reya Castelletto was born in Trieste on 18 March 1895. His family is originally from Friuli, where, among other properties, also had one called "Castelletto", named this by Charles VI it was added to the surname de Reya thus conferring the noble title.

De Reya, after completing his primary studies in Trieste in 1913 moved to England where he attended the courses of law at the University of Oxford. After graduation, he was admitted to the Inner Temple, where he passed the Barrister examinations on the 26 January 1922 and was admitted to the English Bar. From 1922 onwards the de Reya practiced law as a Counsel in the High Court of Justice, the Court of appeal and House of Lords.

In 1926 he enrolled in the Law Society for the attainment of the degree of "Solicitor", which was conferred on him the following year and was admitted to practise as a Solicitor in the High Court of Justice. In that same year the de Reya was invited to join as a member of one of the oldest legal firms of the City of London.

De Reya specialised in commercial law matters with particular regard to the formation and assistance of companies and insurance issues. With this specialization he served to assist Italian companies legally, representing Italian shipowners in frequent arbitral judgements in London caused by bailouts (salvage?) and arbitration clauses.

De Reya has willingly, whenever the opportunity presented itself, assisted the Italian citizens andassociations that had need of his Council and his assistance. He is the Director of the Italian Chamber of Commerce in London and also represents, as Counsellor, the Italian interests in the "Society of Friends of Foreigners in Distress". He was member of the Italian Welfare Society. At the initiative of de Reya himself, the then Secretary of the Fascio, Carlo Camagna, pledged a legal counsel for free assistance to the Italians and it was was established near to the London Fascio and was the de Reya who from the very first day of its foundation worked free of charge at the management of this Office, which has met with much success especially in the poorest category in our Colony.

De Reya always lent promptly, and without sparing neither time nor work, his assistance and expertise to the solution of all problems relating to the purchase of the new Casa Littoria in London. He oversaw the drafting and signing of the purchase contract.

This work of Italianism with the defence and development of the interests of compatriots, uncoloured consideration and even together with their associations, made DE REYA one of the benefactors of the community, and it is with real pleasure that we mention his name in this "GUIDA" for all our countrymen.