Home Page » transcriptions » degrossi_giuseppe

The information below has been extracted from the original Italian article contained in the 1939 Edition of the "Guida Generale Degli Italiani In Gran Bretagna". An English translation has been provided below the transcription. Please inform the Webmaster of any translation errors.

DE GROSSI, COMM. GIUSEPPE

Il Comm. de Grossi è da considerarsi come facente parte della nostra collettività risiedendo egli a Londra da lunga data. Nato a Messina il 14 Settembre del 1884, entrò nel Ministero della Guerra come Ufficiale d'Ordine di terza classe e di qui cominciò la sua carriera. Nel 1911 infatti egli passava al Ministero degli Esteri e venne destinato più tardi al Gabinetto dello stesso Ministero, ove prestò servizio fino al 1916 per essere poi trasferito alla R. Ambasciata d'Italia in Londra.

Sempre alle dipendenze del Ministero degli Esteri continuò la sua carriera fino al 1928, epoca in cui a seguito di concorso, entrava nella carriera Cancellieri percorrendovi i vari gradi nel gruppo B. Attualmente egli è Cancelliere di 1a classe. Ufficiale della riserva. Egli è stato insignito delle croci di Cavaliere della Corona d'Italia, di cavaliere dell'ordine di S.S. Maurizio e Lazzaro e nel 1932 della croce di Commandatore della Corona d'Italia. Queste onorificenze ci dicono in forma chiara e lampante quale sia stato lo zelo con cui il camerata de Grossi ha adempiuto il suo ufficio presso le varie Amministrazioni e quale le simpatie che egli ha saputo accaparrarsi presso i suoi superiori. A Roma fu alle dipendenze di tre ministri; a Londra alle dipendenze di cinque Ambasciatori. Per gli italiani di Londra egli è un amico impareggiabile e tutti ricordano come egli abbia, durante la guerra ed i numerosi periodi critici del dopo guerra, condiviso le ansie e le gioie di tutti noi. Il movimento Fascista lo ha visto subito al suo posto di battaglia abbracciando con grande entusiasmo i dogmi della nuova fede politica; egli ha preso sempre viva parte a tutti gli avvenimenti gai e tristi della colonia e segue tuttora con cuore devoto e generoso tutte la attività di questo Fascio.

Simpaticissimo, di carattere schietto ed affabile, scherzevole con tutti egli partecipa a tutti i nostri svariati passatempi suscitando ammirazione e forse invidia ed è sempre tra i primi quando si tratta di organizzare o partecipare a trattenimenti danzanti dimostrando cosi coi fatti che non è l'età che distingue solo i giovani dai vecchi.

Translation

The Comm. de Grossi is to be considered as part of our community resident in London for a long time. Born in Messina on 14th September 1884, he joined the War Office as a 3rd class staff officer and hence began his career. In 1911 he went to the Foreign Ministry and was destined later to the Cabinet of the same Ministry, where he served until 1916 and then transferred to R. Italian Embassy in London.

Always under the Ministry of Foreign Affairs he continued his Chancellor career until 1928, when as a result of competition, he ran through various grades in Group B. Currently he is Chancellor 1st class Reserve officer. He was awarded the Knight's Cross of the Crown of Italy, Knight of the Order of S. Maurice and S. Lazarus and in 1932 the Commandatore Cross of the Crown of Italy. These awards tell us crystal clear how much was the zeal with which the Comrade de Grossi has fulfilled his Office at the various administrations and the likeabilty that he knew how to grab from his superiors. In Rome he was employed by three Ministers, in London he under five Ambassadors. For the Italians in London he is an iccomparable friend and everyone remembers how he, during the war and numerous critical post-war period, shared anxieties and joys of all of us. The Fascist movement saw him immediately to his battle station enthusiastically embracing the tenets of the new political faith; he took a lively part in all joys and sadnesses of the colony and still follows with a devoted and generous heart all the activities of this Facio.

Very likeable, affable and blunt natured, joking with everone he participates in all our varied passtimes arousing admiration and perhaps envy and is always among the first when it comes to organizing or participating in dancing entertainment proving that indeed it is not age that distinguishes only the young from the old.