Home Page » transcriptions » alliata_publio

The information below has been extracted from the original Italian article contained in the 1939 Edition of the "Guida Generale Degli Italiani In Gran Bretagna". An English translation has been provided below the transcription. Please inform the Webmaster of any translation errors.

ALLIATA, CAV. PUBLIO

Romano, distinto cosmopolita e poliglotta, è uno dei più esperti conoscitori della cinematografia nei vari rami del commercio e dell'industria. La sua esperienza data dal 1912, vale a dire dallepoca doro della cinematografia italiana, l'epoca che vide il lanciamento sui mercati del mondo dei primi grandi filmi come "QUO VADIS", "CABIRIA", "GLI ULTIMI GIORNI DI POMPEI" ecc.

Iniziò la sua carriera commerciale nel ramo bancario, indi passò ad una compagnia di importazioni, la Società Coloniale Italiana di Milano alle cui dipendenze rimase un paio danni, lavorando in Uganda e nel Kenya.

Ritornato in Italia nel 1912, si impiegò presso la Società Italiana Cines di Roma e da allora ha continuato ad occuparsi di cinematografia, visitando i vari mercati del mondo.

A guerra finita soggiornò per qualche tempo in Argentina, dove rappresentò gli interessi dellindustria cinematografica italiana.

Dal 1922 risiede a Londra dove ha continuato a rappresentare gli stessi interessi, prima quale Agente della Società Anonima Stefano Pittaluga, indi quale rappresentante del'Ente Nazionale Industrie Cinematografiche, nonché dell'Istituto Nazionale LUCE. Ha fatto ad intervalli estesi viaggi in Australia, nelle Americhe e sul continente europeo.

Dotato di un delicatissimo senso di tatto ed intuizione, ha saputo infiltrarsi dovunque con abilità unica rappresentando degnamente gli interessi affidatogli.

Notissimo negli ambienti Londinesi, egli è amato da tutti per il suo spirito generoso e schietto.

Di sentimenti italianissimi, egli ha sempre mantenuto vivo il suo spirito di nazionalità mostrandosi pronto ad aiutare i suoi connazionali ed a mantenere alto il prestigio ed il nome d'Italia. E' iscritto al Fascio di Londra.

Translation

A distinguished Roman cosmopolitan and polyglot, he is one of the most knowledgeable experts of cinematography in the various branches of trade and industry. His experience dates back to 1912, namely from golden epoch of the Italian cinema that saw the launch on the world markets of the first major movies like "QUO VADIS", "CABIRIA", "the LAST DAYS of POMPEII" etc.

He began his career in commercial banking, then joined an import company, the Italian Colonial Society of Milan, for a couple of years, working in Uganda and Kenya.

He returned to Italy in 1912, he took a job at Italian Cine Society in Rome and since then has continued to focus on cinematography, by visiting the various markets of the world.

After the war he stayed for some time in Argentina, where he represented the interests of the Italian film industry.

From 1922 he lived in London where he continued to represent the same interests, first as an agent of the Società Anonima Stefano Pittaluga, then as representative of the Ente Nazionale Industrie Cinematografiche, and the Istituto Nazionale LUCE. He made frequent extensive journeys to Australia, the Americas, and the European continent.

With a delicate sense of tact and intuition, he was able to infiltrate anywhere with unique skills represent worthily the interests entrusted to him.

Famous in London circles, he is loved by all for his generous and outspoken spirit.

From his Italian feelings, he always kept alive his spirit of nationality making him ready to help his countrymen and to maintain high the prestige and the name of Italy. He joined the London Fascio.